Confezione mosaico micro
Caratteristiche tecniche mosaicomicro
fuga elemento decorativo
colori fuga mosaicomicro

Scarica qui la scheda dei colori consigliati

consumo_fuga_mosaicomicro
consigli per la posa

1.CONTROLLO MATERIALE
Prima di iniziare la posa, verificare il tono del prodotto controllando che provenga dallo stesso lotto di produzione indicato sulla scatola. Controllare che il prodotto sia sufficiente a completare il lavoro, in caso contrario ordinarlo indicando il lotto di produzione.

2.RASATURA DELLA PARETE
Assicurarsi che la superficie da rivestire sia perfettamente rasata, planare e non presenti residui di polvere.
In presenza di supporti assorbenti è necessario stendere sulla superficie uno strato di Primer. Per ulteriori informazioni rivolgersi presso un rivenditore di prodotti chimici per edilizia.

3.TRACCIATURA
Stendere sul pavimento nove fogli di mosaico in maniera tale da formare un quadrato (tre fogli per tre) e regolarli in modo tale che la fuga tra i fogli sia uguale a quella tra le tessere. Rilevare la misura e tracciare con staggia e livella sulla superficie da rivestire delle linee guida ortogonali. L’area risulterà suddivisa in più quadrati, ognuno dei quali corrispondente a nove fogli di mosaico.

4.COLLANTE
Si può usare qualsiasi collante in commercio adatto alla posa del mosaico, noi consigliamo H40 Kerakoll. Per maggiori informazioni sulle superfici da rivestire rivolgersi presso un rivenditore autorizzato.

5.STESURA DEL COLLANTE
Stendere il primo strato di collante in quantità tale da consentire la posa di circa 5-6 fogli. Con una spatola dentata di dimensioni 1mm pettinare la colla con attenzione senza lasciare spazi vuoti.

6.POSA DEL MATERIALE
Posare il mosaico verificando che la distanza tra i fogli sia la stessa di quella tra una tessera e l’altra.

7.BATTITURA DEL MATERIALE
Terminata la posa dei primi fogli, livellarli l’uno con l’altro battendo leggermente il mosaico con la spatola in ferro. Evitare che il collante fuoriesca dalle fughe. Durante questa fase, regolare dove serve la distanza tra le tessere ai fine di uniformare tutte le fughe e rimuovere eventuale collante in eccesso.
Proseguire con la posa e ripetere l’operazione con i fogli rimanenti.

8.STUCCATURA DEL MATERIALE
Per la stuccatura di questo prodotto è possibile utilizzare sia la fuga cementizia che epossidica; le fughe epossidiche di ultima generazione, oltre ad avere un aspetto estetico migliore, hanno caratteristiche tecniche superiori rispetto a quelle cementizie in quanto sono più elastiche, non si macchiano, sono più isolanti e adatte ad essere usate per pavimenti, ambienti bagno e cucine. In genere le fughe epossidiche non sono adatte per gli esterni. Se si fa uso di fughe epossidiche è necessario che la pulizia dell’intera superficie avvenga subito dopo la stuccatura; il tempo di lavorabilità del materiale è di circa un ora e varia in base alla temperatura circostante: con temperature basse il tempo di lavorabilità aumenta, con temperature alte il tempo diminuisce.
Per la stuccatura utilizzare un frattazzo in gomma dura muovendo l’utensile in senso diagonale rispetto alle tessere, dal basso verso l’alto e radente alla parete in senso contrario, fino a che non avrete riempito bene tutte le fughe. È importante asportare immediatamente lo stucco in eccesso dal mosaico con il frattazzo in gomma dura.

mosaicomicro consiglia la fuga epossidica FUGALITE KERAKOLL.

9.PULIZIA DEL MATERIALE
Pulire lo stucco, quando è ancora fresco, utilizzando una spugna bagnata con acqua pulita. Agire in senso rotatorio sul mosaico per emulsionare lo stucco e rifinire le fughe. Raccogliere con la spugna l’emulsione e la schiuma formatasi sul mosaico. Si consiglia una spugna in cellulosa a poro grosso. È importante mantenere l’acqua sempre pulita impiegando le apposite vaschette con griglia e rulli di pulizia. Ultimare la pulizia intervenendo in senso diagonale ai fogli di mosaico per evitare di scavare le fughe. Si consiglia di utilizzare una spugna e una vaschetta per la prima pulizia e una seconda spugna con relativa vaschetta per la pulizia finale, mantenendo l’acqua pulita in entrambe le vaschette.
Una successiva asciugatura della superficie con un panno asciutto contribuisce alla pulizia totale da eventuali alonature; non calpestare i pavimenti ancora umidi per almeno 12-24 ore.

10.PULIZIA DELLE ALONATURE
A stucco indurito, eventuali alonature potranno essere rimosse con Fuga-Soap Eco diluito in base alla quantità di residui da rimuovere; basta distribuire il prodotto sulla superficie e lasciare agire per circa 20 minuti, dopodiché intervenire sullo sporco con feltri abrasivi (o monospazzole per grosse superfici), risciacquare abbondantemente con acqua pulita e asciugare senza lasciare evaporare.

Scarica qui i consigli per la posa

mosaicomicro technicals
mosaicomicro size
mosaicomicro

Eco Glass _ 100% Recycled _ 100% Made in Italy            tile 6×6 mm _ thickness 3 mm

Scoll to top